Terzo stop per Caffè Trinca (1-3), al PalaWinning passa la Nigithor

Altro ko per la squadra palermitana, questa volta contro Santo Stefano. Squadra rimaneggiata a causa delle importanti defezioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on google
nigithor caffè trinca palermo

PALERMO. Un Caffè Trinca Palermo falcidiato dagli infortuni rimane al palo e concede la piena posta in palio alle messinesi della Nigithor Santo Stefano. Al PalaWinning, le rosanero perdono per 3-1. Pesa l’assenza di Sara Gervasi (out da una settimana per il problema alla spalla, dopo la gara di Marsala), e non basta la costretta rivoluzione in campo di Pirrotta per scuotere le sorti della gara.

L’andamento del match

Dopo un primo set in piena sonnolenza (14-25) ed una seconda frazione di gioco persa ma in crescendo (24-26), le padrone di casa ci credono aggiudicandosi di misura il terzo parziale (25-23). Il Caffè Trinca Palermo prova a dare la scossa nel quarto ed ultimo set (8-5), ma la spina viene presto tolta. Le ospiti, trascinate da una Pirrone in stato di grazia e da una Pagano sempre più punto fermo per il gruppo stefanese, ribaltano e chiudono il match (17-25). E’ il terzo ko su altrettante gare per la squadra di Pirrotta, unico team in cerca di punti per smuovere la classifica.

Le rivoluzioni in campo

Non si ferma l’onda sfortunata in casa Palermo. I risultati alla mano sono anche la conseguenza di una condizione fisica mai ottimale per diversi elementi di riferimento del gruppo. La defezione di Gervasi impone al tecnico rosanero l’utilizzo della giovane Simona Miceli come jolly fin dal primo punto di gioco. Per esigenza, infatti, la giovane monrealese inizia il match da banda, per passare fuorimano nel secondo parziale. Ed è successivamente Alessia Lo Dico a prendere il testimone nel ruolo di opposto nei restanti parziali, con Luzzi protagonista da schiacciatrice.

Gli aspetti convincenti

Buona la prestazione del libero Alice Mirasola in ricezione, ma ancora una volta a mettersi in evidenza è la centrale Chiara Miceli, sempre più certezza a muro. Oltre Miceli (13), vanno in doppia cifra Sharon Luzzi (16, migliore realizzatrice delle sue) ed Aurora Vescovo, sempre più in confidenza con le alzate di Ferro.

Il blocco emotivo

Palermo sciupona nel primo set, in una frazione che scorre tra tanti errori in battuta ed in attacco. La battuta di Campagna è efficace ma non sufficiente per trovare la quadra. E c’è sempre un blocco emotivo nella chiusura dei set: sul più bello, le rosanero appaiono timorose di vincere.

I commenti

Aurora Vescovo, schiacciatrice: «Al di là delle defezioni patite, prima tra tutte quella di Sara (Gervasi, ndr), il gruppo ha cercato di fornire il suo contributo come poteva. E’ chiaro che non è stato sufficiente, perché il risultato e la classifica parlano. Sbagliamo ancora molto, e questo incide in una categoria che come risaputo vince chi commette meno errori. L’avversario ha interpretato correttamente la gara, nulla da dire e onore al merito. Abbiamo peccato nel servizio che è stato poco incisivo. Approccio con la gara? Dobbiamo ancora lavorare tanto, stentiamo a partire spedite fin dall’inizio».

Tommaso Pirrotta, allenatore: «Giornata storta. A prescindere da un primo set letteralmente inguardabile, abbiamo cercato di giocare la nostra gara. Certo, avrei voluto giocare con il gruppo al completo, non è stato possibile. Voglio concedere un applauso a Simona Miceli ed Alessia Lo Dico, perché nonostante messe in campo senza grandi esperienze alle spalle, hanno fatto ciò che potevano in una partita così impegnativa. Nigithor Santo Stefano? E’ una bella squadra, abbastanza completa in tutti i reparti, lo sapevamo e l’abbiamo detto anche alla vigilia. E poi chi vince ha sempre ragione, quindi merito loro e bravi loro».

Il tabellino

CAFFE’ TRINCA PALERMO – NIGITHOR SANTO STEFANO 1-3 (14-25 24-26 25-23 17-25)

CAFFE’ TRINCA PALERMO: Campagna 7, Vescovo 15, Luzzi 16, Sozzi 5, Lo Dico, S. Miceli, C. Miceli 13, Ferro, Mirasola (L1), Cilibrasi (L2) ne, Cuccì ne. All. Pirrotta.

NIGITHOR SANTO STEFANO: Pagano 18, Pirrone 16, Loria 2, Scirè 11, Antico 4, Li Muli 3, S. Miceli 3, Lo Iacono (L), Di Ganci ne, Di Salvo ne, Kalcheva ne, Santostefano ne. All. Adornetto.

Arbitri: Andrea Ippolito (C.T. Akranis) e Paolo Pirronitto (C.T. Catania).

Risultati della giornata, classifica, prossimo turno

La situazione del girone N2 di serie B2 femminile.

Risultati 3ª giornata: Comiso-Marsala 3-1, Palermo-S. Stefano 1-3, Caltanissetta-Terrasini 0-3

Classifica: Terrasini 9, Marsala e S. Stefano 6, Caltanissetta e Comiso 3, Palermo 0

Prossimo turno: Palermo-Comiso, S. Stefano-Terrasini, Marsala-Caltanissetta.