Alioto: “Faremo una B2 di tranquillità”

Il patron rosanero conferma la partecipazione al prossimo campionato di B2 femminile. Tommaso Pirrotta confermato alla guida della squadra
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on google

Dopo una pausa forzata di tre mesi, il presidente Gaetano Alioto sale in cattedra annunciando la chiara intenzione di partecipare ancora una volta al prossimo campionato di B2 femminile in una breve intervista rilasciata al canale ufficiale della societ?.

Un messaggio rassicurante giunto in un momento in cui si iniziano ad accendere i motori della stagione avvenire.

Parteciperemo assolutamente al prossimo campionato di B2 per il quinto anno consecutivo. Lo dico anche col sorriso poich? giravano voci strane. Siamo una realt? sana e collaudata. Ci sar? sempre Tommaso Pirrotta alla guida della squadra con il quale mi lega un rapporto di collaborazione denotato anche da una profonda amicizia e stima“.

L’intervista di Gaetano Alioto rilasciata al canale ufficiale del Progetto Volley Smart

Una situazione pressoch? invariata anche per ci? che riguarda il quadro direttivo del Progetto. “La nostra ? una bella famiglia, negli anni abbiamo costruito un bel prodotto“.

Parlando di famiglia si pensa alla casa, quella sportiva: “Il campo di gioco sar? sempre il PalaWinning di via Sandro Pertini a Palermo. Abbiamo compiuto notevoli interventi ed investimenti anche contro le vicissitudini patite a dicembre. Continueremo a puntare sul nostro impianto. Casa nostra: la nostra palestra“.

Anche quando si parla di sponsor e partner commerciali, il presidente Alioto mostra assoluta tranquillit?: “I nostri sponsor sono gli amici di famiglia che da anni ci supportano e sposano la nostra causa. Mi riferisco a titolo esemplificativo alla catena di supermercati Ard Discount, Trinca, Vitamia, Rattenuti“. Non solo, ma Alioto evidenzia di avere con molta probabilit? anche un asso nella manica: “Non nascondiamo la trattativa con uno sponsor importante che possa aggiungersi al nostro circuito“.

Niente proclami o aspettative faraoniche, d’altronde ? nell’indole del massimo dirigente del Progetto mantenere sempre una ferma risolutezza o frenare facili entusiasmi: lo ha dimostrato negli anni, e quella stessa linearit? nello stile anche quando la squadra era in lotta per i play off promozione qualche stagione or sono.

Parole che lasciano spazio ai fatti. “Non facciamo salti nel vuoto come potrebbero fare altre societ?. Non siamo abituati a stagioni sprint rischiando di sparire l’anno successivo. Abbiamo un budget, lo manteniamo e costruiamo. Cos? siamo diventati ci? che siamo. Una realt? sana e che ha mantenuto tutti gli impegni“.