IL CAFFE’ TRINCA PALERMO PARTE BENE, POI SI ARRENDE ALLA CAPOLISTA REGHION (3-1)

Le palermitane ammainano la bandiera in casa della prima della classe. Primo set giallonero, poi il ritorno di Reggio sancisce la fine dei giochi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on google

Ci prova il Caff? Trinca, si porta in vantaggio contro Reggio Calabria al termine di un altalenante primo set in crescendo, poi le giallonere cedono di fronte ad una Reghion che trova nella solita Nielsen (27 punti) e nel libero Foscari i propri punti di forza. A Palermo non bastano i 25 palloni messi a tabellino da Lombardo e gli 11 dell?opposta Vescovo. Ed ? evidente il rammarico di non aver potuto disputare il match con Gervasi dal primo punto.

In casa della capolista, reduce da quattordici successi in campionato (su 15 gare), la partenza ? tutta reggina; l?avvio delle palermitane ? traumatico e la formazione siciliana si trova subito sotto 7-0. Dopo pochi scambi Pirrotta deve ricorrere dapprima al timeout a disposizione e poi all?ingresso per pochi punti di Alessia Ferro su Elisa Sozzi. E? Vescovo ad aprire le danze dei punti di Palermo. Gradualmente la squadra entra in gara e lo fa anche con Lombardo e le sue battute. Le giallonere puntano in ricezione Nielsen e cominciano l?inseguimento dell?avversario. Dal 13-8 per Reggio si arriva sul 16-14. La sfida in attacco ? tra Lombardo e Nielsen. Ma non sono da meno Saporito per le reggine e le centrali giallonere. Il servizio di Sozzi mette a dura prova le doti ricettrici della capolista. Sul 22-19 per Reggio, il Caff? Trinca Palermo graffia e piazza un break di 4-0 (22-23). Il primo tempo di Papa ristabilisce per pochi attimi la parit? (23-23). La squadra di Pirrotta, tuttavia, non deve far altro che guardare l?errore al servizio di Borghetto (23-24). L?ultimo punto ? di altra categoria: scambi convulsi, Cazzetta si esalta in difesa, ci pensa l?attacco out di Saporito a dare il momentaneo vantaggio al Caff? Trinca (23-25).

Si parte ancora nel segno della Reghion. Adesso le padrone di casa alzano il ritmo creando un cospicuo vantaggio (14-10) che manterr? per tutto il set. Nielsen viene agevolata dalle alzate di Romeo, ed i suoi centimetri fanno la differenza a rete. Proprio l?argentina prende per mano le sue accompagnandole fino all?1-1 (25-21).

Le siciliane sembrano calare e sottostare al copione della capolista. Crescente e socie appaiono pi? evanescenti, persino in battuta. La scelta di battere su Foscari non paga assolutamente, e permette proprio a Nielsen e Ragonese di respirare e dedicarsi all?attacco a tempo pieno. Il gap ? evidente ed il muro delle centrali reggine fa il resto: proprio Papa dice no alla diagonale proposta da Lombardo (25-19).

Il Caff? Trinca non vuole arrendersi e riparte ancora pi? decisa di prima, come conferma il vantaggio di 3-6 nel quarto set grazie al primo tempo di Campagna. C?? un po? di imprecisione nelle alzate di Palermo e Reggio non perdona, mette la freccia e passa avanti (9-7). A questo punto il morale delle locali sale, quello delle ospiti invece scende in modo dimissionario. Poca cronaca rilevante nel prosieguo: Saporito sigla gli ultimi due punti del match (25-18) che di fatto chiudono la gara consegnando il 3-1 a Reghion Reggio Calabria.

COMMENTI. Aurora Vescovo, opposto: ?Abbiamo avuto una bella partenza, e forse proprio per questo il risultato ci sta un po? stretto. Certo, l?esperienza di una squadra come Reggio ? venuta fuori. L?assenza di Sara (Gervasi, ndr) ha influito certamente ed in battuta dal secondo set non siamo state pi? incisive e precise rispetto alle indicazioni del pregara. Ad ogni modo ed a parer mio questa partita ? stata la prova di una crescita abnorme. Dobbiamo continuare cos??.

VOLLEY REGHION RC – CAFFE? TRINCA PALERMO 3-1 (23-25 25-21 25-19 25-18)
VOLLEY REGHION RC: Romeo, Ragonese 11, Papa 15, Borghetto 8, Nielsen 27, Saporito 8, Marcello, Foscari (L1), Mucciola (L2), Tortora ne, De Domenico ne, Surace ne, Dimitrova ne. All. Monopoli.
CAFFE? TRINCA PALERMO: Campagna 5, Gervasi 1, Sozzi 4, Crescente 5, Miceli C. 8, Lombardo 25, Vescovo 11, Ferro, Cazzetta (L), Lo Dico ne, Miceli S. ne. All. Pirrotta.
Arbitri: Elena Morello di Lamezia Terme e Valeria Vitola di Cosenza (C.R. Calabria).