Tie-break amaro per il Caffè Trinca Palermo, la spunta Santo Stefano

Le palermitane sciupano la chance del bottino pieno, dopo essere state avanti per 2 a 1. Ricezione giallonera bersagliata, Gervasi top scorer dell'incontro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on google

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME). Il Caffè Trinca Palermo rimanda ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria del 2020. Sul campo del PalaCeramica di Santo Stefano di Camastra, nell’ultima giornata di andata, sono le locali della Nigithor Volley a fare festa grazie alla vittoria firmata 3-2 dopo quasi due ore di gioco. Campagna e compagne soffrono la partenza decisa delle stefanesi che con Angelova e Tracinà al servizio sono devastanti. La ricezione giallonera ne risente, costringendo un’alternanza in cabina di regia che rende un gioco scontato. Dopo una prima frazione chiusa sottotono, le palermitane escono entusiasmo ed orgoglio aggiudicandosi secondo e terzo set, andando quindi in vantaggio. 

Sul più bello però, la squadra di Pirrotta anziché infilzare il colpo di grazia si adagia assistendo quasi passivamente alla reazione di Tracinà e del nuovo acquisto Pagano che valgono il pareggio nel conteggio dei set.

Riaperta la sfida, sembra che l’inerzia propenda verso Gervasi e socie (1-4), ma inspiegabilmente il buio mentale prende il sopravvento tra le palermitane consentendo il risveglio delle padrone di casa, che col solo servizio di Sara Miceli ribalta in proprio favore le sorti del match: anche grazie ai tre aces consecutivi della schiacciatrice peloritana, la Nighitor piazza un devastante break di 8-0 (9-4). La botta è fatale per Palermo, che sbaglia a raffica in attacco e spalanca la strada della vittoria finale al Santo Stefano che peraltro conquista il suo primo successo stagionale al quinto set (15-7). 

Per Palermo vanno in doppia cifra Sara Gervasi (20 punti, top scorer dell’incontro), Tatiana Lombardo (17 punti) e le centrali Campagna e Miceli (10). Rincuorante il ritorno di Aurora Vescovo dopo un mese e mezzo di stop a causa dell’infortunio al piede.

Si chiude il girone d’andata con il Caffè Trinca Palermo che si presenta al giro di boa in terzultima posizione (14) a pari punti con Giarre. Ma le compagini racchiuse in appena 4 lunghezze sono ben sei: Terrasini (18), Siracusa e Santo Stefano (17), Crotone (15), Giarre e appunto Palermo (14). Prossimo week-end di pausa; si riparte da Catania sabato 8 febbraio in casa del Teams Volley Catania.

NIGITHOR VOLLEY S. STEFANO – CAFFE’ TRINCA PALERMO 3-2 (25-14 23-25 24-26 25-21 15-7)
NIGITHOR S. STEFANO: Pagano 13, Petrelli 2, Pirrone 17, Angelova 16, Tracinà 4, Miceli 14, Li Muli, Lo Iacono (L1), Mercanti (L2). All. Straiti.
CAFFE’ TRINCA PALERMO: Campagna 10, Gervasi 20, Sozzi 1, Crescente 2, Miceli C. 10, Ferro 1, Lombardo 17, Vescovo 5, Cazzetta (L), Miceli S. ne. All. Pirrotta.
Arbitri: D’Avola e Rossino (C.T. Monti Iblei).