Giornata da dimenticare. Crotone ha vita (quasi) facile sul campo di Isola delle Femmine

Brutta prestazione per le giallonere che 'donano' l'intera posta in palio alle ospiti calabresi. Squadra palermitana presente a tratti in partita contro un avversario determinato. Tanti gli errori in battuta per la squadra di Pirrotta, ancora alle prese con la defezione di Vescovo e con la discontinuità del fattore campo che continua ad incidere negativamente sulle prestazioni della squadra
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on google

ISOLA DELLE FEMMINE (PA). Il Caffè Trinca Palermo incappa in una serata negativa (praticamente da dimenticare) e la Pallavolo Crotone non fatica a cogliere i tre punti nella dimora provvisoria giallonera di Isola delle Femmine (0-3). La formazione di Pirrotta commette tanti errori (31 in tre set tra battute e attacchi) e quasi mai riesce a reggere l’urto contro un Crotone decisamente più concentrato e determinato all’obiettivo della vittoria.

La cronaca

Il tecnico palermitano si affida ad Elisa Sozzi come palleggiatrice (peraltro ex di turno), Crescente opposto, Gervasi e Lombardo bande, Campagna e Chiara Miceli come diagonale centrale, Cazzetta libero. L’avvio è subito complicato per il Caffè Trinca, messa sotto pressione dai punti di Capponi e dal servizio di Turetta (4-9). Le locali faticano in ricezione e le ospiti portano a +8 il gap (4-12). Per dare una scossa, Pirrotta cambia la cabina di regia inserendo Alessia Ferro e scommettendo anche su Alessia Lo Dico. Gradualmente Palermo ritrova il piglio annullando quasi tutto lo svantaggio accumulato e portandosi a -1 con un missile lungolinea di Gervasi sui quattro metri (20-21). Sembra la strada giusta, tuttavia le locali sembrano dimenticarsi quanto di buono fatto e lasciano il palco a Cesario ed al punto di chiusura di Turetta (22-25).

Pirrotta prova a disegnare un’altra partita, posizionando questa volta nel secondo parziale Ferro dal primo punto, Gervasi fuorimano, Lombardo e Crescente schiacciatrici. Tanti, anzi troppi gli errori gratuiti delle giallonere, soprattutto in battuta (sette solo nel secondo set). Ma anche in ricezione le cose non migliorano ed il servizio di Kus è protagonista. Sul 16-20 rientra Sozzi ma Crotone mantiene quel prezioso distacco che lo porta sullo 0-2 con Capponi (21-25).

L’avvio di terzo periodo sembra storia diversa. In cabina di regia Sozzi riparte dall’inizio, Gervasi e Lombardo si caricano sulle spalle il peso offensivo ed il Caffè Trinca va sul 17-11. Set indirizzato, ma non è così: le padrone di casa fanno tutto da sole, sono fallose in attacco (con Tatiana Lombardo oggi non particolarmente ispirata anche a causa di fastidi articolari) ed il distacco si annulla drasticamente con un break di 2-10 che la dice lunga (19-21). Pirrotta cerca di defibrillare il ritmo delle sue ragazze ricambiando la regia ma ? troppo tardi: Capponi per Crotone e il fallo di doppia di Ferro pongono fine al match (21-25).

I commenti

Tommaso Pirrotta, allenatore: «C’è poco da dire sull’andamento della gara. Poteva essere una buona occasione per rilanciarci anche in classifica, ma non siamo mai entrati in partita. Stiamo attraversando un periodo particolare; proprio per questo voglio lodare l’impegno delle mie atlete che, nonostante la giovane età di molte di loro, stanno affrontando con professionalità questo momento. Ne approfitto per porgere un ringraziamento alle società amiche che ci stanno permettendo di allenarci ed affrontare impegni ufficiali nei loro impianti; tuttavia giocare praticamente e costantemente fuori casa non consente di trovare la giusta stabilità che pregiudica alla lunga il rendimento».

Il tabellino

CAFFE’ TRINCA PALERMO – PALLAVOLO CROTONE 0-3 (22-25 21-25 21-25)
CAFFE’ TRINCA PALERMO: Campagna 4, Gervasi 11, Sozzi 1, Lo Dico 1, Crescente 6, Miceli C. 7, Ferro 1, Lombardo 11, Cazzetta (L), Miceli S. ne. All. Pirrotta.
PALLAVOLO CROTONE: Cesario 5, Araldo 1, Pioli 3, Kus 7, Capponi 10, Gambuzza 8, Turetta 10, De Rose (L), Ranieri n.e. All. Asteriti.
Arbitri: Pazzaglini di Roma e Tullio di Frascati (Roma).